La Storia del Corpo Pifferi e Tamburi

Le prime attestazioni della coppia composta da un suonatore di flauto traverso e di un tamburo appaiono in fonti letterarie ed iconografiche del XIII secolo.
I due strumenti sono nelle mani di giullari che sfruttano la potenza sonora di questo binomio in situazioni all'aperto ed affollate, come feste e fiere paesane, per accompagnare danze o favorire spostamenti a passo di marcia.
Viene spontaneo pensare che anche a Santhià fossero presenti questi personaggi durante le prime edizione del Carnevale, documentato come il più antico del Piemonte (Anno Domini 1328).

L'accoppiata piffero-tamburo venne anche utilizzata nei secoli successivi come colonna sonora delle fanterie nei vari eserciti d'Europa fino all'epoca napoleonica, dopodiché, nell'ambito militare, ebbe un progressivo declino come testimoniano l'Ordinanza Ministeriale Francese del 19 Agosto 1845 ed ancora prima quella del Regno di Sardegna nel 1831-1832.
La prima testimonianza scritta della presenza di piffero e tamburo nel Carnevale Storico di Santhià compare in un avviso che, dopo l'elenco dei “Piatti destinati al pranzo dell'ultimo Lunedì di carnevale”, recita:
“Il tutto deve essere ben cotto, e d'ottima qualità, altrimenti vi sarà la diminuzione di soldi cinque per ciaschedun individuo. Però il tamburo, ed il piffero saranno esenti di pagare la loro mercede” Dat.Santià li 30 Gennajo 1833.

Un'altra testimonianza si legge nei manifesti del programma della manifestazione carnascialesche del 1882: ”Lunedì ore 4 sveglia al suon di pifferi e tamburi”.
Da allora, tramandando la tradizione di padre in figlio, si giunge ai giorni nostri.
L'attuale formazione, rinnovata delle nuove leve nell'anno 1970, non è altro che la naturale evoluzione, nei secoli, di quei giullari che portavano allegria, divertimento e spensieratezza alle genti che nell'arco dell'anno affrontano quotidianamente mille problemi.

Il motto “Meno siamo, più mangiamo” ben sintetizza la goliardia e la convivialità che caratterizzano lo spirito della compagine odierna!


Inoltre nell'anno 1996 il Gruppo ha adottato una seconda divisa che consente la partecipazione a rievocazioni storiche.
Tale uniforme, risalente al periodo napoleonico, è una fedele riproduzione della tenuta indossata dai “TIRAILLEURS DU PO”, battaglione di fucilieri costituito nel 1803 in Piemonte che arruolava un terzo della suo forza dal Dipartimento della Sesia.


La vocazione del Corpo Pifferi e Tamburi è di essere ambasciatore delle tradizioni storico-culturali del Carnevale Storico di Santhià.

Questo sito vuole rappresentare la fonte ed il linguaggio per testimoniare, ancora una volta, il folclore della nostra terra: VIVA AL CARVE' AD SANTHIA'!

Galleria fotografica

Alcuni scatti che raccontano le partecipazioni del Corpo Pifferi e Tamburi nelle varie manifestazioni

project

Le Origini

CategoriesGallery

Raccolta fotografica che racconta le origini del Corpo Pifferi e Tamburi Città di Santhià

project

Divisa Tradizionale

CategoriesGallery

Galleria fotografica del Corpo Pifferi e Tamburi in divisa tradizionale

project

Divisa Estiva

CategoriesGallery

Scatti relativi alla divisa estiva del Corpo Pifferi e Tamburi Città di Sanhià

project

Divisa Napoleonica

CategoriesGallery

Raccolta fotografica del Corpo Pifferi e Tamburi di Santhià con costume Napoleonico

project

Pula, Giobia Grass e Sveglie

CategoriesGallery

Raccolta fotografica momenti di Carnevale, sfilate e Pule.

project

Fagiolata e Sfilata del Martedì

CategoriesGallery

Momenti di sfilata

Dedicato...

Alla memoria di TERESIO BERRI, rifondatore, mentore ed instancabile trascinatore del gruppo dall'anno 1970.
Figura irripetibile del Carnevale Storico di Santhià.



Non sei stato solo il fondatore del Corpo Pifferi e Tamburi,
sei stato l'amico e il confidente di tutti noi.
Il tuo carattere, a volte un pò burbero, nascondeva una
grande umanità, e noi, che ti abbiamo conosciuto bene,
questo lo porteremo sempre nel nostro cuore.
Sarai sempre la nostra guida.

I TUOI PIFFERI E TAMBURI
di ieri, di oggi, e di domani.

!!! NUOVO CD !!!
PIFFERI E TAMBURI CITTA' DI SANTHIA'


Opinioni e referenze del Corpo Pifferi e Tamburi CIttà di Santhià

"Lascia un tuo commento cliccando qui"

client Corpo Pifferi e Tamburi

Vi scrivo dalla provincia di Mantova, sono stato per la prima volta a Santhià in occasione del carnevale con la mia compagna originaria di questo paese e, anche se questo è stato guastato dalla pioggia, sono stato rapito dal calore ed atmosfera di tutti e in particolare sono stato letteralmente rapito dal corpo pifferi e tamburi, siete fantastici e spero di potervi rivedere ed ascoltare presto… Ciao Santhià!

client Pierre

Ciao a tutti vi aspettiamo il 24 aprile a Varzo per la decima edizione del Palio degli Asini di Varzo ( versione animalista del palio infatti correranno solo asini doc a due zampe ) a prestoooooo

client Luigi

Visti la meteo degli ultimi anni portateci anche il sole oltre ai tamburi e pifferi …..vi aspettiamo . Ciaooo ci sentiamo qualche giorno prima dell’arrivo

client Luigi

Link Amici

Blog & Video

Eventi, partecipazioni e Manifestazione del Corpo Pifferi e Tamburi

Altre notizie

Invia una richiesta di informazione

Please enter name.
Please enter valid email address.
Please enter your comment.

SEDE LEGALE:
Corpo Pifferi e Tamburi Città di Santhià
Via Giacomo Matteotti, 80
13048 SANTHIA' VC

RECAPITI TELEFONICI:
Corpo Pifferi e Tamburi: Tel. 3663929010
Cherubin Paolo Cell. 3387066130
Mangano Loris Cell. 3346518998
Corgnati Fabio Cell. 3355260413

I nostri Social

Con la pubblicazione in rete del rinnovato sito, Il Corpo Pifferi e Tamburi Città di Santhià esprime un vivo ringraziamento, per l'impegno profuso nella gestione della precedente pagina web, al Pifferaio CATTANEO Pier Giovanni. GRAZIE PERU!!!